L'EDUCAZIONE FINANZIARIA

Soldi e felicità

Per metà degli italiani gestire il risparmio è fonte di ansia

Il denaro (non) fa la felicità

Mi sono imbattuto in un articolo di MF Milano Finanza che riportava i dati di una ricerca di Assogestioni e Censis, presentato al Salone del Risparmio, circa l’ansia collegata alla gestione del risparmio. Praticamente un assist per segnare a porta vuota!

Gestire il risparmio può certamente essere fonte di ansia per molte persone. Le preoccupazioni riguardo alla sicurezza finanziaria, la paura di non avere abbastanza risparmi per affrontare emergenze o raggiungere obiettivi a lungo termine possono generare stress e ansia. Dall’aggiornamento del 4° Rapporto Assogestioni-Censis emerge che per gli italiani occuparsi di risparmio e investimenti genera ansia e preoccupazione.

Nel dettaglio le percentuali tra coloro che hanno risposto:

  • il 50,7% ha tra i 18 e i 34 anni;
  • il 54,4% è un ultrasessantacinquenne;
  • il 45,6% è un adulto tra i 35 e-i 64 anni.

Perchè ci si ammala

  • Fine della cash-mania. Nel 2022 il contante nel portafoglio delle attività finanziarie delle famiglie italiane si è ridotto di oltre 20 miliardi di euro rispetto all’anno precedente;
  • La diseducazione finanziaria. L’intenzione di riallocare il cash in portafoglio apre una stagione di decisioni, ma le competenze su risparmi, investimenti e processi economici sono molto deboli;
  • Il gap tra quello che i risparmiatori pensano di sapere e quello che sanno veramente. La verifica delle reali conoscenze finanziarie smentisce l’autovalutazione positiva di molti risparmiatori;
  • I danni della presunzione di sapere. La presunzione di sapere espone al rischio di fare scelte finanziarie sbagliate;
  • L’irrazionale nel risparmio: un buon investimento è solo questione di fortuna. Per tanti risparmiatori investire è come giocare al superenalotto: contano solo il caso e la buona sorte.

La soluzione

Un Consulente Finanziario, esattamente come un medico, si informa circa “i sintomi” e SOLO DOPO realizza un progetto che possa contenere, il più possibile, le scelte giuste per ogni singolo risparmiatore. Ogni persona è diversa nei pensieri, negli obiettivi e nel tempo ed ogni soluzione proposta può essere valida soltanto per quella persona o per il suo nucleo familiare.

Di seguito elenco le tappe di un percorso utile a “diminuire” lo stress da gestione del risparmio, quasi impossibile eliminarlo del tutto.

  1. Monitorare le spese: Tenere traccia delle spese può aiutare a identificare aree in cui è possibile risparmiare e mantenere il controllo del bilancio;
  2. Stabilire obiettivi chiari: Definire obiettivi finanziari chiari e realistici può aiutare a concentrare gli sforzi di risparmio e ridurre l’ansia. Questi obiettivi, tra i tanti, possono essere a breve termine o a lungo termine;
  3. Creare un piano finanziario: Avere un piano finanziario ben definito può fornire una struttura e una guida per gestire il denaro in modo efficace;
  4. Ricercare e informarsi: L’educazione finanziaria può essere un potente antidoto contro l’ansia finanziaria. Imparare di più su investimenti, risparmio e pianificazione finanziaria può fornire una maggiore sicurezza e fiducia nelle proprie decisioni finanziarie. Probabilmente è l’antidoto più potente all’ansia e allo stress.
  5. Chiedere aiuto professionale: Se l’ansia finanziaria diventa sopraffacente, potrebbe essere utile consultare un consulente finanziario o un consulente finanziario certificato che possono fornire supporto, informazioni e consulenza personalizzata per affrontare le preoccupazioni finanziarie specifiche.

Gestire il risparmio richiede tempo e pazienza, è normale sentirsi ansiosi di tanto in tanto. L’importante è adottare strategie pratiche per affrontare l’ansia e lavorare costantemente verso gli obiettivi finanziari stabiliti.

Daniele Giacomantonio
Daniele Giacomantonio
12 Novembre 2023
L'articolo rispecchia tantissimo quello che sei nella tua professione; l'importanza per i consulenti finanziari è di essere consapevoli di questi nemici invisibili per guidare i clienti verso decisioni più razionali.
giuseppe mantova
giuseppe mantova
12 Novembre 2023
Come sempre molto professionale e preciso. Complimenti
Michele Depalo
Michele Depalo
9 Novembre 2023
Francesco Castro
Francesco Castro
31 Ottobre 2023
Sempre utile e piacevole partecipare ai tuoi eventi.
Michele Scarola
Michele Scarola
30 Ottobre 2023
Caro Tommaso, condivido parola per parola quello che hai scritto e ben argomentato: non siamo solo professionisti, ma, soprattutto, persone. E i rapporti con le persone passano attraverso le emozioni. Complimenti!
Luisa Degaetano
Luisa Degaetano
30 Ottobre 2023
Grazie Tommaso per la bellissima serata. Come sempre la tua chiarezza espositiva e la tua competenza ci aiutano a riporre in te sempre più fiducia. La ciliegina sulla torta è stato lo spazio dedicato alla musica. Grazie di tutto e, soprattutto, per la tua amicizia.
Francesco Antonio Schiraldi
Francesco Antonio Schiraldi
30 Ottobre 2023
Seminario interessante e ricco di spunti -senza trascurare gli spuntini..- soprattutto in un contesto che si fa sempre più articolato se non complesso in cui avere delucidazioni appare ormai indispensabile
francesco depalma
francesco depalma
26 Ottobre 2023
Giovanni Devivo
Giovanni Devivo
26 Ottobre 2023
Come sempre esaustivo e competente
Giuseppe Turturro
Giuseppe Turturro
29 Settembre 2023
Chiaro come sempre, grazie per tutti gli aggiornamenti.

Sono Consulente Finanziario dal 1997. Da sempre collaboro con le più grandi realtà bancarie italiane.