IO LA VEDO COSI'....,  NOTIZIE e INFORMAZIONI

Chiusura filiali: se mi lasci non vale

La presenza di una filiale in un territorio è importante per facilitare il prelievo del contante.
Ma incide anche sulla propensione al risparmio?

Chiusura filiali? No grazie

“Se mi lasci non vale” era una canzone di grande successo del 1976 di Julio Iglesias. Ben si adatta al fenomeno della chiusura filiali (desertificazione bancaria) che è un fenomeno preoccupante a livello nazionale. Nel 2023 ben 923 filiali bancarie sono state chiuse, lasciando 3.300 Comuni senza sportelli bancari fisici. Questo significa che 4 milioni e 373mila persone non possono accedere ai servizi bancari nel proprio comune di residenza e questo numero è aumentato di 362mila unità rispetto all’anno precedente.

L’Osservatorio sulla desertificazione bancaria, come ha confermato anche Sindacato Uilca al convegno «Chiusura filiali? No, grazie” , ha evidenziato che la situazione non è uniforme in tutte le regioni italiane. Le regioni più colpite sono Marche, Abruzzo e Lombardia dove la flessione è stata particolarmente forte.

Dati dall'indagine della UILCA

Il 2024 potrebbe portare ulteriori chiusure e un arretramento della presenza delle banche sul territorio. Nonostante la diffusione dell’internet banking, le chiusure sembrano essere principalmente motivate dalla volontà di tagliare i costi piuttosto che dalla transizione digitale.

I dati della nostra Puglia

L’Osservatorio sulla Desertificazione Bancaria ha pubblicato una serie di dati in merito e riguardano persone fisiche e aziende.

La chiusura delle filiali ha diverse conseguenze:

  1. Difficoltà di accesso ai servizi finanziari: La chiusura delle filiali rende difficile l’accesso a servizi essenziali come prestiti, conti correnti, prelievi e depositi. Questo colpisce soprattutto gli anziani e coloro che non sono abituati a utilizzare servizi bancari online.
  2. Impatto sulle comunità locali: La presenza di una filiale in un’area può avere un impatto positivo sulla comunità. La sua assenza può portare a una mancanza di investimenti locali, riducendo l’opportunità di crescita economica e occupazione.
  3. Esclusione digitale: Nonostante la crescente digitalizzazione dei servizi bancari, molte persone preferiscono ancora interagire di persona con un dipendente bancario. La chiusura delle filiali può escludere coloro che non sono a loro agio con la tecnologia digitale.
  4. Effetti sulla salute finanziaria delle famiglie: La desertificazione bancaria può influenzare la gestione finanziaria delle famiglie. L’assenza di consulenza finanziaria locale può portare a decisioni finanziarie meno informate.
  5. Impatto sulle imprese locali: Le piccole imprese dipendono spesso dalle filiali bancarie per servizi come prestiti e gestione finanziaria. La loro chiusura può avere conseguenze negative per l’economia locale.

A cosa servono le filiali

Questa è la situazione sulla chiusura delle filiali. Ma chi frequenta lo sportello della banca lo fa soprattutto per prelevare contanti (il 43,5%), i pagamenti sono la seconda operazione più eseguita in filiale dagli italiani (31,8%) mentre gli investimenti e i finanziamenti sono terzi con il 26%, una percentuale che potrebbe abbassarsi senza la presenza fisica di un dipendente bancario.

La soluzione

Quindi, a ben vedere, gli sportelli bancari sono usati per operazioni che i moderni ATM (Automated Teller Machine) svolgono con velocità, 24 ore al giorno, in massima riservatezza e sicurezza.

Le operazioni ad alto valore aggiunto, per persone di qualunque età, come le soluzioni per il risparmio, per la protezione personale e della famiglia, per la Previdenza (e il TFR) o per l’erogazione di prestiti e/o mutui, per la Pianificazione Patrimoniale sono ampiamente offerte dai Consulenti Finanziari autorizzati all’offerta fuori sede.

Per offerta fuori sede (l’Albo e l’attività dei consulenti finanziari è stato adottato con deliberazione Consob n. 5388 del 2 luglio 1991 con operatività a partire dal 5 gennaio 1992) si intende, appunto, fuori dalle filiali della banca. Ogni persona che si avvale di un Consulente Finanziario può aprire la “sua filiale” nel giorno e nell’ora che desidera, in assoluta riservatezza e in un ambiente, quello di casa propria, in cui si sente molto più a suo agio e più sicuro.

Personalmente collaboro dal 1997 con banche che all’epoca erano definite senza sportello, oggi online. Da sempre le persone che si affidano alla mia attività di consulente da oltre 25 anni vivono tranquillamente senza filiali e da 27 anni hanno una persona di riferimento che non non può essere trasferita per decisioni di altri.

La domanda che sorge è se davvero la chiusura delle filiali è un grave handicap per il risparmiatore. Io sono convinto di no.

Daniele Giacomantonio
Daniele Giacomantonio
12 Novembre 2023
L'articolo rispecchia tantissimo quello che sei nella tua professione; l'importanza per i consulenti finanziari è di essere consapevoli di questi nemici invisibili per guidare i clienti verso decisioni più razionali.
giuseppe mantova
giuseppe mantova
12 Novembre 2023
Come sempre molto professionale e preciso. Complimenti
Michele Depalo
Michele Depalo
9 Novembre 2023
Francesco Castro
Francesco Castro
31 Ottobre 2023
Sempre utile e piacevole partecipare ai tuoi eventi.
Michele Scarola
Michele Scarola
30 Ottobre 2023
Caro Tommaso, condivido parola per parola quello che hai scritto e ben argomentato: non siamo solo professionisti, ma, soprattutto, persone. E i rapporti con le persone passano attraverso le emozioni. Complimenti!
Luisa Degaetano
Luisa Degaetano
30 Ottobre 2023
Grazie Tommaso per la bellissima serata. Come sempre la tua chiarezza espositiva e la tua competenza ci aiutano a riporre in te sempre più fiducia. La ciliegina sulla torta è stato lo spazio dedicato alla musica. Grazie di tutto e, soprattutto, per la tua amicizia.
Francesco Antonio Schiraldi
Francesco Antonio Schiraldi
30 Ottobre 2023
Seminario interessante e ricco di spunti -senza trascurare gli spuntini..- soprattutto in un contesto che si fa sempre più articolato se non complesso in cui avere delucidazioni appare ormai indispensabile
francesco depalma
francesco depalma
26 Ottobre 2023
Giovanni Devivo
Giovanni Devivo
26 Ottobre 2023
Come sempre esaustivo e competente
Giuseppe Turturro
Giuseppe Turturro
29 Settembre 2023
Chiaro come sempre, grazie per tutti gli aggiornamenti.

Sono Consulente Finanziario dal 1997. Da sempre collaboro con le più grandi realtà bancarie italiane.

Un commento