NOTIZIE e INFORMAZIONI

ESG, cosa sappiamo di questa “novità” – Parte prima (di 3) –

Da perfetto sconosciuto a dominatore assoluto

Nel mondo del Risparmio non passa giorno senza un corso su prodotti ESG, su nuovi parametri ESG, su nuove procedure ESG e così via. E’ una specie di valanga che, mano a mano che passa il tempo, diventa sempre più grande e modificherà (sta già modificando) la nostra vita, i nostri modi di vivere.

Cosa significa ESG

Sono le iniziali di tre termini molto chiari: Environmental (ambiente), Social (sociale) e Governance (governo di impresa).

Si tratta di tre dimensioni fondamentali per verificare, misurare, controllare e sostenere (con acquisto di prodotti o con scelte di investimento) l’impegno in termini di sostenibilità di una impresa o di una organizzazione.

Sono i criteri che si concretizzano in un insieme di standard operativi a cui si devono ispirare le scelte operative di un’azienda per garantire il raggiungimento di determinati risultati ambientali, a livello sociale e di governance delle imprese. Si tratta di criteri che sono poi utilizzati dagli investitori per valutare e decidere le loro scelte di investimento.

Un po’ di storia ESG

Il fenomeno ESG è recente ma trae la propria linfa da radici che sono ben radicate nel tempo e nell’economia. L’acronimo ESG risale al 2005 e si può dire che solo da pochi anni la reportistica è diventata sufficientemente ampia e dettagliata da permettere delle analisi statistiche.

I criteri per identificare la lettera “E” di Environmental sono criteri ambientali e valutano come un’azienda si comporta nei confronti dell’ambiente nel quale è collocata e dell’ambiente in generale.

I criteri collegati alla lettera “S” sono relativi all’impatto sociale e valutano l’impatto e la relazione con il territorio, con le persone, con i dipendenti, i fornitori, i clienti e in generale con le comunità con cui opera o con cui è in relazione.

La “G” di Governance infine riguarda i temi di una gestione aziendale ispirata a buone pratiche e a principi etici, in questo ambito i temi sotto esame riguardano le logiche legate alla retribuzione dei dirigenti, il rispetto dei diritti degli azionisti, la trasparenza delle decisioni e delle scelte aziendali, il rispetto delle minoranze.

17 SDGs, Agenda 2030 e Accordo di Parigi

I 17  SDGs (Sustainable Development Goals – Obiettivi per lo Sviluppo Sostenibile) sono tra loro fortemente interconnessi e affrontano una grande famiglia di temi attinenti allo sviluppo economico e sociale, a partire dalla lotta alla povertà, alla fame, per arrivare a garantire il diritto alla salute e all’istruzione, l’accesso all’acqua e all’energia, la dignità nel lavoro e alla possibilità di creare condizioni per una crescita economica inclusiva e sostenibile.

Non ultimo i 17 SDGs (Sustainable Development Goals – Obiettivi per lo Sviluppo Sostenibile) affrontano i temi del cambiamento climatico e della tutela dell’ambiente, dell’urbanizzazione, e dei nuovi modelli di produzione e consumo, accanto a tematiche legate all’uguaglianza sociale e di genere, alla giustizia e alla pace.

Il 12 dicembre 2015 rappresenta a sua volta un altro passaggio fondamentale per i temi della sostenibilità e per il Pianeta. A Parigi, i 197 Stati membri della UNFCC,  Convenzione quadro delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici firmano l’Accordo di Parigi e arrivano alla prima grande intesa universale e giuridicamente vincolante sul climate change.

Possiamo aggiungere che sia la Commissione Europea, con il pacchetto di misure del 14 luglio 2021 conosciuto come “Fit for 55” sia il G20 Energia e Clima di Napoli ha cercato una intesa (al momento non raggiunta) per rimanere sotto gli 1,5 gradi di riscaldamento globale entro il 2030.

L’Italia e gli SDGs: la situazione al 2022

Le performance ESG del nostro Paese sono da mettere in relazione con la capacità del sistema di esprimere una capacità di azione e una motivazione in grado di aumentare la propria capacità di raggiungere risultati in termini di sostenibilità. 

L’Istat, insieme al Sistan, ha realizzato un servizio attivo a partire dal dicembre 2016. Il servizio misura i progressi realizzati nell’attuazione delle misure che dovrebbero portare il nostro paese verso i SDG (Sustainable Development Goals – Obiettivi per lo Sviluppo Sostenibile).

Nel corso del 2023 l’Istat ha pubblicato il sesto Rapporto sugli SDGs (Sustainable Development Goals – Obiettivi per lo Sviluppo Sostenibile).  In generale si registra una prevalenza di misure in miglioramento: nel 42,6% dei casi il segno è positivo, nel 32,8% è in peggioramento mentre nel 24,6% è stazionario.

La seconda parte (di 3) sarà pubblicata domani

Daniele Giacomantonio
Daniele Giacomantonio
12 Novembre 2023
L'articolo rispecchia tantissimo quello che sei nella tua professione; l'importanza per i consulenti finanziari è di essere consapevoli di questi nemici invisibili per guidare i clienti verso decisioni più razionali.
giuseppe mantova
giuseppe mantova
12 Novembre 2023
Come sempre molto professionale e preciso. Complimenti
Michele Depalo
Michele Depalo
9 Novembre 2023
Francesco Castro
Francesco Castro
31 Ottobre 2023
Sempre utile e piacevole partecipare ai tuoi eventi.
Michele Scarola
Michele Scarola
30 Ottobre 2023
Caro Tommaso, condivido parola per parola quello che hai scritto e ben argomentato: non siamo solo professionisti, ma, soprattutto, persone. E i rapporti con le persone passano attraverso le emozioni. Complimenti!
Luisa Degaetano
Luisa Degaetano
30 Ottobre 2023
Grazie Tommaso per la bellissima serata. Come sempre la tua chiarezza espositiva e la tua competenza ci aiutano a riporre in te sempre più fiducia. La ciliegina sulla torta è stato lo spazio dedicato alla musica. Grazie di tutto e, soprattutto, per la tua amicizia.
Francesco Antonio Schiraldi
Francesco Antonio Schiraldi
30 Ottobre 2023
Seminario interessante e ricco di spunti -senza trascurare gli spuntini..- soprattutto in un contesto che si fa sempre più articolato se non complesso in cui avere delucidazioni appare ormai indispensabile
francesco depalma
francesco depalma
26 Ottobre 2023
Giovanni Devivo
Giovanni Devivo
26 Ottobre 2023
Come sempre esaustivo e competente
Giuseppe Turturro
Giuseppe Turturro
29 Settembre 2023
Chiaro come sempre, grazie per tutti gli aggiornamenti.

Sono Consulente Finanziario dal 1997. Da sempre collaboro con le più grandi realtà bancarie italiane.