NOTIZIE e INFORMAZIONI

Instagram e Facebook a pagamento?

Come cambierà il nostro modo di usare i social. Ma soprattutto come cambierà la nostra vita se accadesse.

Meta Platforms avrebbe preso in considerazione la possibilità di introdurre delle versioni a pagamento di Facebook e Instagram, al cui interno non ci sarà la pubblicità. La novità dovrebbe coinvolgere gli utenti dell’Unione Europea.

È importante sottolineare, però, che questa è un’indiscrezione riportata dal New York Times, che per il momento non ha ricevuto una conferma da parte della casa madre di Facebook ed Instagram.

L’iniziativa costituirebbe una risposta alle disposizioni legislative europee. Ma soprattutto è una vera e propria fotografia di come gli utenti europei e statunitensi vivono in maniera diversa la tecnologia, condizionati da due diverse legislazioni.

Come sarebbero Facebook e Instagram a pagamento

Le persone che sottoscriveranno un abbonamento non vedranno la pubblicità nelle applicazioni. Questa soluzione sarebbe particolarmente utile per aiutare Meta Platforms a respingere le contestazioni relative alla privacy e i controlli che sono stati effettuati dall’Unione europea. Con la soluzione a pagamento verrebbe offerta agli utenti un’alternativa ai servizi basati sulla pubblicità dell’azienda, che orbitano intorno all’analisi dei dati delle persone.

Instagram e Facebook continueranno ad avere delle versioni gratuite in Europa, nelle quali saranno presenti gli annunci pubblicitari. Per il momento non risulta essere chiaro quanto costerebbero le versioni a pagamento o quando l’azienda avrebbe intenzione di implementarle.

Il business di Meta Platforms

Da sempre il core business di Meta Platforms è stato quello di offrire dei servizi di social networking gratuiti agli utenti e dalla vendita di pubblicità alle aziende che desiderano raggiungere quel pubblico.

La necessità di introdurre una versione a pagamento di Facebook e Instagram costituisce uno degli esempi più tangibili di come, oggi come oggi, le aziende debbano provvedere a riprogettare i prodotti per andare a conformarsi norme relativa alla protezione dei dati, soprattutto in Europa.

A luglio, l’Unione Europea ha di fatto vietato a Meta Platforms di combinare i dati raccolti sugli utenti sulle sue piattaforme – Facebook, Instagram e WhatsApp – e da siti Web esterni senza il consenso esplicito da parte degli utenti.

A gennaio, la società è stata anche multata di 390 milioni di euro dalle autorità di regolamentazione irlandesi per aver costretto gli utenti ad accettare annunci personalizzati come condizione per l’utilizzo di Facebook.

Le sentenze derivano dall’entrata in vigore nel 2018 del Regolamento generale europeo sulla protezione dei dati, o GDPR, che è diventata la legislazione fondamentale per proteggere i dati online delle persone.

L’apertura di Meta Platforms alla creazione di abbonamenti a pagamento mostra come coloro che vivono nell’Unione Europea, che comprende complessivamente 27 paesi e circa 450 milioni di persone, potrebbero iniziare a vedere versioni diverse dei prodotti tecnologici di consumo a causa di nuove leggi, regolamenti e sentenze dei tribunali.

Daniele Giacomantonio
Daniele Giacomantonio
12 Novembre 2023
L'articolo rispecchia tantissimo quello che sei nella tua professione; l'importanza per i consulenti finanziari è di essere consapevoli di questi nemici invisibili per guidare i clienti verso decisioni più razionali.
giuseppe mantova
giuseppe mantova
12 Novembre 2023
Come sempre molto professionale e preciso. Complimenti
Michele Depalo
Michele Depalo
9 Novembre 2023
Francesco Castro
Francesco Castro
31 Ottobre 2023
Sempre utile e piacevole partecipare ai tuoi eventi.
Michele Scarola
Michele Scarola
30 Ottobre 2023
Caro Tommaso, condivido parola per parola quello che hai scritto e ben argomentato: non siamo solo professionisti, ma, soprattutto, persone. E i rapporti con le persone passano attraverso le emozioni. Complimenti!
Luisa Degaetano
Luisa Degaetano
30 Ottobre 2023
Grazie Tommaso per la bellissima serata. Come sempre la tua chiarezza espositiva e la tua competenza ci aiutano a riporre in te sempre più fiducia. La ciliegina sulla torta è stato lo spazio dedicato alla musica. Grazie di tutto e, soprattutto, per la tua amicizia.
Francesco Antonio Schiraldi
Francesco Antonio Schiraldi
30 Ottobre 2023
Seminario interessante e ricco di spunti -senza trascurare gli spuntini..- soprattutto in un contesto che si fa sempre più articolato se non complesso in cui avere delucidazioni appare ormai indispensabile
francesco depalma
francesco depalma
26 Ottobre 2023
Giovanni Devivo
Giovanni Devivo
26 Ottobre 2023
Come sempre esaustivo e competente
Giuseppe Turturro
Giuseppe Turturro
29 Settembre 2023
Chiaro come sempre, grazie per tutti gli aggiornamenti.

Sono Consulente Finanziario dal 1997. Da sempre collaboro con le più grandi realtà bancarie italiane.